Storia

Terminata la seconda guerra mondiale […] “Tito”, da pochi mesi, e dopo tante peripezie, aveva avuto il permesso di ricostruire all’inizio della passeggiata a mare quel famoso ritrovo una volta realizzato, con tanta fatica, tanta spesa e infinita speranza, a metà della passeggiata del molo, dove i marosi, nelle giornate di libeccio, assalivano la struttura da ogni parte senza però scalfirla minimamente: Tito aveva costruito quello che fu, per anni, il simbolo della ristorazione versiliese, […] come si costruisce un fortino.
(Aldo Valleroni, tratto da “La scelta”, pubblicato su Nuova Viareggio Ieri N.6 marzo 1993)

Il ristorante Tito del Molo fa parte della storia di Viareggio: da sempre ambiente raffinato, fu il ritrovo di tanti personaggi di spicco del jet-set italiano, tra cui l’Avvocato Gianni Agnelli.

Tito prende il nome da Tito Biagini che nel 1928 aprì l’attività, poi portata avanti per oltre mezzo secolo dal figlio Sergio.

La storia di Tito del Molo continua oggi con la Famiglia Bonuccelli, capitanata da Angelo, imprenditore ed ex sindaco di Viareggio.